Quali sono i metodi di pagamento accettati?

Ci sono diversi metodi. E' possibile pagare con carte di credito, assegni, contanti e bonifico bancario.

Quanto bisogna versare di acconto per avviare il processo di ricerca della donatrice?

Duemila euro

Indicativamente quanto costerà l’intera operazione?

Dipende dalle richieste. Un ciclo completo ha un costo indicativo di settemila euro.

E’ possibile avere il primo colloquio e le analisi preliminari in Italia?

Sì. Cerchiamo sempre di fissare un primo colloquio e le analisi preliminari in una  delle nostre sedi italiane, per poi effettuare solo il pick up e il transfer in una delle nostre sedi estere.

Quanto tempo passa in media dal primo colloquio alla donazione?

Le liste di attesa sono in media di tre mesi.

Quale sicurezza ho di non correre nessun rischio per il mio futuro figlio?

Tutti i donatori vengono sottoposti a un check-up completo con un'anamnesi completo che include la cartella medica familiare fino a 3-4 generazioni, prestando una particolare attenzione nell'assenza di alterazioni genetiche gravi trasmissibili alla discendenza, da parte dei nostri specialisti. Questo si completa con lo studio citogenetico del cariotipo che consiste nell'analisi cromosomica di 25 metafasi mediante bande GTG.

Posso scegliere un donatore con determinate caratteristiche fisiche?

Nel caso di coppie eterosessuali il centro cerca sempre, nei limiti della disponibilità, di accoppiare quanto più possibile un donatore che presenti caratteristiche somatiche simili a quelle del maschio della coppia. Precisiamo però che al momento non esiste nessuna tecnica che garantisca una somiglia totale e sicura. Nel caso di donne senza partner maschile la scelta invece avviene in base all’etnia di provenienza della donna.

A quali esami viene sottoposto il donatore di seme maschile?

Il donatore viene sottoposto a uno screening completo per verificare che non essere portatore né infetto da:
    * Antigeni dell'epatite B.
    * Anticorpi anti-epatite C.
    * Anticorpi anti-HIV 1/2.
    * Clamidia.
    * Anticorpi anti-herpes virus.
    * Sifilide.
    * Gonorrea.
    * Citomegalovirus

Il donatore inoltre deve avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, non avere, da parte del donatore né dei suoi familiari diretti, disturbi genetici gravi né malattie ereditarie, come ad esempio: asma, diabete, epilessia o ipertensione arteriosa. Deve inoltre possedere un seme di una qualità all'incirca 4,5 volte i livelli normali, e che resista in modo adeguato il processo di congelamento e scongelamento. Dopo di ciò si passerà alle seguenti analisi:

   1. Si esaminerà un primo campione di seme al microscopio, dove si osserverà la quantità e la mobilità degli spermatozoi.
   2. Nella settimana seguente, si ripeterà l'esame microscopico di un altro campione e, se questo fosse ottimale, si realizzerebbe una prova di congelamento dello stesso. Poi, si scongelerà il campione e si osserverà la sopravvivenza al congelamento.
   3. Se questo fosse accettabile, in un terzo appuntamento, si procederà all'esecuzione dell'analisi di malattie infettive relative a sangue, seme ed orina, assieme al cariotipo (o analisi genetica dei cromosomi).
   4. Se i risultati sono negativi (cioè, il donatore non presenta nessuna delle malattie studiate) il donatore compila i documenti legali necessari, dove cede i suoi spermatozoi per essere donati, e verrà dato appuntamento al donatore per la consegna dei campioni di seme.

A che trattamento viene sottoposta la donatrice?

Dopo lo screening si procede alla stimolazione controllata dell’ovulazione per tre settimane, nel corso del quale si monitorerà lo sviluppo degli ovuli. Se tutto procede secondo regola si procederà all’estrazione, in seduta ambulatoriale. L’ovulo viene estratta con un’ecografia vaginale dopo una leggera sedazione. L’operazione dura circa venti minuti. Dopo un’ora la paziente potrà tornare a casa.

Le donatrici vengono pagate?

No, assolutamente. La legge vieta il commercio di ovuli, è prevista soltanto una forma di indennizzo per i disagi fisici a cui sono sottoposte e per il tempo donato.

iscriviti alla nostra newsletter

Errore

news

Una nuova speranza per la cura del...

07/02/2012

Negli Stati Uniti è stato dato il via libera per sviluppare per la prima volta un testicolo artificiale per l...

leggi tutto >>

news

Stop ai bombardamenti ormonali con...

04/03/2010

Grazie alle nuove tecnologie per la fecondazione assistita le donne non subiranno più i cosiddetti “bombard...

leggi tutto >>

news

Le novità della fecondazione assi...

04/03/2010

Dagli studi svolti in Perù, a Lima, è emerso che i tassi di gravidanza ottenuti tramite la fecondazione dolc...

leggi tutto >>

sedi

Qui puoi trovare la sede Gamete donation presente nel tuo territorio e avere la possibilità di metterti in contatto con la struttura.