Gamete donation è specializzato in fecondazione eterologa. Si parla di fecondazione eterologa quando si utilizzano i gameti (ovuli o liquido seminale) di un partner esterno alla coppia.

A chi si rivolge il programma di ovodonazione

Il programma di ovodonazione di Gamete donation inzia  e si rivolge a:
•    Donne in menopausa (naturale, precoce o chiurgica)
•    Donne che hanno dovuto subire l’asportazione delle ovaie
•    Coppie che rischiano di trasmettere malattie genetiche
•    Donne con ripetuti fallimenti nella fecondazione in vitro
•    Donne con funzione ovarica che per motivi clinici non possono usare i loro ovuli
Il nostro programma è particolarmente dedicato a tutte le donne che incominciano il cammino della maternità intorno ai quarant’anni, età nella quale i propri ovuli non sono sempre in grado di garantire una gravidanza in quanto non sempre si sviluppano embrioni vitali.   Aumenta inoltre il rischio di alterazioni cromosomiche ( ad esempio aumenta il rischio della sindrome di Down).

Forse anche tu ti riconoscerai in questa situazione: l’età biologica ideale per una maternità sempre meno coincide con il periodo ideale per una maternità dal punto di vista sociale, economico e psicologico.  Prima dei 40 magari si ha un lavoro precario, una situazione economica poco stabile, e magari non si è ancora trovato il compagno giusto. Ed ecco allora che si rimanda la maternità fino ai quarant’anni, quando la natura comincia ad aver bisogno di una mano.
Vogliamo però essere chiari: l’età limite oltre non si può effettuare la fecondazione assistita dipende da paese a paese. Cerchiamo sempre di valurare caso per caso, dialogando con la paziente e compiendo tutte le analisi del caso.

Le percentuali di successo

Il tasso di gravidanza mediante trasferimento di embrioni è del 70%. Il tasso accumulato di gravidanza quando le pazienti si sottopongono a quattro cicli raggiunge il 95%. Il tasso di aborto è del 13% e quello di gravidanza extrauterina, del 1,28%. Ovuli o embrioni donati possono raggiungere una percentuale di gravidanza fino a 80%.

I tempi

Dal primo colloquio fino al momento del trasferimento passano in media tre mesi di attesa.

La legislazione

In tutti i paesi è vietato qualsiasi tipo di commercio di gameti. Altro è però la donazione di gameti, dove il donatore compie un gesto volontario, altruistico e spontaneo.
In base alla legge 40 del 2004 in Italia è vietata anche la donazione di gameti e la fecondazione eterologa.
La donazione avviene quindi nei nostri centri in Spagna  o in Grecia seguendo la legislazione locale.
Nel caso della Spagna la donazione di gameti femminili è stata autorizzata dalla  legge 35/1988, 22 novembre. Secondo questa legge, la maternità sarà concessa alla donna che dia alla luce il feto. La donazione di ovuli, secondo tale legge. è un gesto del tutto altruistico e volontario. La donatrice ha contatti solo ed esclusivamente con il centro medico: offre i suoi ovuli al Programma di Donazione e non a una paziente in particolare.  Tutta la  procedura sarà formalizzata da un legale contratto.
 
In Grecia invece operiamo seguendo la legge 3089/2002 sulla riproduzione umana medicalmente assistita.
Secondo tale legge l’accesso alla fecondazione è consentito sia per motivi procreativi sia per evitare la trasmissione di malattie genetiche; possono ricorrervi coppie coniugate o conviventi e donne singole. E’ consentita la diagnosi genetica preimpianto e la donazione di gameti ed embrioni in forma anonima. Anche qui l'identità dei donatori/trici non può essere rivelata.

Le donatrici

La donazione di ovuli è un gesto volontario e altruistico di una donna nei confronti di un′altra donna. Si tratta di un atto d’amore: donare una parte della propria femminilità in maniera anonima per aiutare altre donne che non ne hanno la possibilità a realizzare il sogno di essere mamma.
Visto che però si tratta comunque di una donazione che richiede una lunga serie di visite e analisi, cure farmacologiche e un’operazione in anestesia è previsto un rimborso spese per le donatrici.

Le donatrici per essere accettate nel nostro programma  devono avere un’età compresa tra i 18 e i 30 e possedere queste caratteristiche:
Cartella medica familiare negativa per malattie genetiche
Cariotipo normale (studio cromosomico).
Studio negativo per malattie a trasmissione sessuale:

•    AIDS
•    Epatite B e C
•    Clamidia
•    Herpes
•    Citomegalovirus
•    Toxoplasma
•    Rosolia
•    Sifilide

E’ importante sottolineare che ogni donazione è anonima e volontaria. Le uniche formazioni fornite saranno l’età.
Noi di Gamete donation siamo attenti a cercare donatrici che presentino caratteristiche somatiche e di gruppo fenotipico (colore degli occhi e dei capelli)   quanto più possibili simili a quelle della ricevente

Il procedimento

Ogni mese una donna con un normale ciclo biologico, produce un ovulo. Se questo ovulo viene impiantato si avrà una gravidanza. Altrimenti l’ovulo andrà perso con le successive mestruazioni.
Una donna ha dalla nascita circa 400.000 mila ovociti. Durante l’età fertile ogni mese uno solo di questi ovociti diventa un ovulo che ha la possibilità di essere fecondato. Nell’arco del suo periodo fertile una donna quindi produce circa 400-500 ovuli.

Una donna può quindi scegliere di donare uno dei suoi ovuli a donne che non ne producono più o che non possono usare i loro.
Una volta effettuati tutti gli esami clinici necessari e certificare l’idoneità della donatrice è necessario sincronizzare il ciclo delle due donne tramite trattamenti farmacologici. Questo perché gli ovuli non possono essere conservati a lungo ( non esistono infatti “banche di ovuli”)  e bisogna far coincidere il momento dell’ovulazione. Nel caso di una paziente in menopausa, che non ha più quindi ovulazioni, si procede direttamente a una sostituzione ormonale, dopo aver praticato una mestruazione artificiale.

Al momento giusto si procederà al prelievo degli ovociti della donatrice, che avviene tramite un ecografia vaginale. Poi si procederà alla fecondazione, con il seme del compagno della paziente.
Il giorno successivo si avrà il risultato della fecondazione in vitro: nel caso in cui sia positivo sarà possibile programmare il trasferimento dell’embrione (in genere due o tre giorni dopo). Si trasferiscono fino a tre embrioni nell’utero della ricevente.   Il dottore indicherà poi il trattamento da seguire fino a 14 giorni dopo, quando si potrà verificare con un prelievo se è avvenuta o meno una gravidanza.

La donazione di liquido seminale

Il principio che è alla base della donazione del seme è lo stesso di quello della donazione di ovuli, anche se si tratta di un processo molto più semplice.
Anche la donazione di seme è un atto volontario e altruistico con il quale un maschio sano dona i suoi gameti affinchè possano essere utilizzati per ottenere una gravidanza.
Il seme donato viene analizzato, congelato e conservato in una banca, per poi essere usato. Così come per gli ovuli,  sono disponibile semi appartenenti a diversi gruppi fenotipici.
Quando è necessaria la donazione di seme maschile
La donazione del seme è indicata nei seguenti casi:
Coppie eterosessuali dove l’uomo abbia problemi di assenza di spermatozooi
Coppie dove tali spermatozooi non siano utilizzabili per il pericolo di trasmissione di malattie genetiche  o per la possibilità di trasmissione di malattie contagiose alla donna.
Malattie immunitarie documentate

I donatori di seme

I donatori di seme sono maschi dai 18 ai 30 anni con i seguenti requisiti:
Buona salute psicofisica.
Non avere, da parte del donatore né dei suoi familiari diretti, disturbi genetici gravi né malattie ereditarie, come ad esempio: asma, diabete, epilessia o ipertensione arteriosa.
Non essere portatore né infetto da:
•    Antigeni dell'epatite B.
•    Anticorpi anti-epatite C.
•    Anticorpi anti-HIV 1/2.
•    Clamidia.
•    Anticorpi anti-herpes virus.
•    Sifilide.
•    Gonorrea.
•    Citomegalovirus.
Non soffrire infezioni batteriche valutabili in colture di sangue, orina e seme.
Possedere un seme di una qualità all'incirca 4,5 volte i livelli normali, e che resista in modo adeguato il processo di congelamento e scongelamento.

iscriviti alla nostra newsletter

Errore

news

Una nuova speranza per la cura del...

07/02/2012

Negli Stati Uniti è stato dato il via libera per sviluppare per la prima volta un testicolo artificiale per l...

leggi tutto >>

news

Stop ai bombardamenti ormonali con...

04/03/2010

Grazie alle nuove tecnologie per la fecondazione assistita le donne non subiranno più i cosiddetti “bombard...

leggi tutto >>

news

Le novità della fecondazione assi...

04/03/2010

Dagli studi svolti in Perù, a Lima, è emerso che i tassi di gravidanza ottenuti tramite la fecondazione dolc...

leggi tutto >>

sedi

Qui puoi trovare la sede Gamete donation presente nel tuo territorio e avere la possibilità di metterti in contatto con la struttura.